Sei qui
Home > Aiuto Windows > Blue screen Windows – cosa fare

Blue screen Windows – cosa fare

La BSOD – Schermata blu della morte – è da sempre un problema di Pc con sistema operativo Windows.
A volte e senza preavviso, l’utente accende il suo computer e si trova davanti la fastidiosa ed odiata schermata, senza possibilità di entrare nel sistema operativo e con il rischio di perdere tutto il proprio materiale.

Vedere la BSOD sul proprio monitor è la cosa peggiore che possa accadere a Windows in quanto tale problema si verifica indipendentemente dal comportamento dell’utente; potrebbe essere causata da un banco Ram difettoso, da un errore di caricamento di un driver, da un errore nel Bios ecc ecc.

Potrebbe essersi verificato un errore con i driver di Windows oppure un problema con l’ hardware interno o esterno (alimentatore, memoria RAM, chiavetta usb esterna danneggiata, disco fisso ecc ecc).

A prescindere dal tipo di problema comunque Windows avrà un problema nel Kernel, cioè nel livello di caricamento che fa da tramite tra il sistema ed i driver vari di periferica e per evitare danni maggiori entra in modalità di protezione del SO, generando una schermata di STOP e rendendolo inutilizzabile.

Analizziamo nel dattagli la Blue screen Windows e scopriamo cosa fare per risolvere il problema.

Vediamo come interpretare la schermata

  1. Indica il file malfunzionante che ha provocato il BSOD, nella quasi totalità delle volte si tratta di un file di sistema mancante oppure di un banco RAM difettoso;
  2. Indica il codice di errore del blu screen;
  3. Indica i consigli di Microsoft sulle azioni da eseguire in caso di ricomparsa;
  4. Indica l’indirizzo di memoria in cui è avvenuto il fault con il conseguente messaggio di STOP;
  5. Indica l’indirizzo base di memoria del file che ha provocato il fault.

Mini Camera Drone - LED Lights, 8m/s Flight Speed, 100m Range, Remote Control, App Support, WiFi, 0.3MP Camera, 220mAh Battery

Le informazioni che ci occorrono sono quelle legate al numero 2 ed al numero 4.

 E-Ceros C8 Edge Smartphone - Dual-IMEI, 3G, Android 6.0, Quad-Core CPU, 5.5-Inch Display, Google Play, Bluetooth 4.0 (Blue)

Per impostazione predefinita Windows si riavvia immediatamente dopo l’apparsa del BSOD senza darvi il tempo di annotare le informazioni necessarie: per far si che questo non accada e per visualizzare la schermata blu per tutto il tempo che ci serve basterà disattivare il riavvio automatico del sistema dopo un errore critico.

Annotata la tipologia di errore basterà eseguire, naturalmente da un altro Pc o da smartphone, una ricerca in rete sul codice errore per capire se possa essere legato ad hardware oppure a driver o altro.



Altra azione possibile è provare a scollegare le ultime periferiche collegate, partendo da eventuali Usb o HD esterni collegati, rimuovendo i banchi ram uno alla volta o sostituendoli qualora ne aveste altri a disposizione, spegnere il PC per un paio d’ore per controllare che non sia surriscaldato e quindi che non abbia problemi all’alimentatore.

Infine è possibile utilizzare un tool, scaricabile in rete come il BLUE SCREEN VIEW o simili, che permette di cercare il codice errore in rete direttamente dal programmino.

Una volta lanciato vedrete il dump dell’errore o degli errori con le info che vi occorrono ben visibili; mostrerà inoltre i driver attivi al momento della comparsa del Blue Screen e tramite il menù Options – Lower power mode potrete visualizzare tutti i driver di sistema, solo i driver caricati nello stack di memoria, la schermata con il Blue Screen Windows ed i dati del dump.

Una volta esaminato il tutto potrete cercare il codice errore con eventuale soluzione per il file compromesso su Google andando nel menù File – Google Search – Bug check + driver.

Una volta escluso un problema hardware o software, si passa ad analizzare eventuali malware o virus presenti, si tenta un ripristino del sistema a qualche giorno indietro e ad aggiornare i driver delle varie periferiche ed eseguire un test della Ram (tramite memtest) qualora non aveste un nuovo banco da sostituire.

Se Windows non esegue queste procedure, entrate in modalità provvisoria nel SO e tentate di eseguirle in questa modalità.

Anche il registro di Windows potrebbe essere corrotto e causare il problema, quindi tentate anche una pulizia del registro del SO per risolvere la questione (anche questo in Modalità provvisoria).

Tentando con le varie soluzioni proposte si arriverà a capire cosa abbia causato il problema e risolverlo.

Spiderluca
Classe 1977, studi Giuridici ed Informatici. Appassionato di tecnologia e del web fin dai primi anni 90, ha lavorato con i computer per oltre vent'anni ed ancora oggi non smette mai di voler imparare qualcosa di nuovo. Webmaster, SEO specialist, tecnico informatico, un passato in HP-CDS e titolare di alcuni e-commerce italiani.

Lascia un commento

Top